NULLIUS IN VERBA: CRISI

| posted in: Nullius In Verba | 1

Chi non parla di crisi, oggi? Si pensa a quella economica. Ma non c’è solo quella e non è che essa riguardi solo un settore o solo una nazione come  l’Italia o l’Europa. La crisi, caro lettore, riguarda tutti e la si trova più o meno accesa in tutte le parti del mondo.

Allora la parola “crisi” ha forse un significato più profondo. La crisi va  intesa come un luogo di scelta, forse un luogo inaspettato dove ci si può inaspettatamente trovare. Quasi sempre comporta un disagio. E’ uno spazio che ci mette alla prova, una cesura che distingue sempre di più il tempo tra un “prima”  e un “dopo”. Uno spazio che prelude cambiamenti. In qualche caso sono cambiamenti radicali, comunque  diversi.

Come reagire alla crisi? Non c’è una formula da applicare, nessuno ti può aiutare. Ma qualcuno, nella crisi, riesce a far affiorare il meglio di sè. Qualcun altro, invece, non sa cosa fare, resta fermo o affonda.

“Lo sbaglio delle persone e dei Paesi” diceva Albert Einstein “…è la pigrizia nel trovare soluzioni”.

One Response

  1. Ottima analisi Pio!
    …e se non sbaglio negli ideogrammi Cinesi per comporre la parola occasione c’è un ideogramma utilizzato per comporre anche la parola crisi.

Leave a Reply